Le Caritas diocesane della Toscana, in linea con le indicazioni di Caritas Italiana, hanno costituito gli Osservatori Diocesani dei bisogni, delle povertà e delle risorse.
L’attivazione dell’
OSSERVATORIO in ciascuna Diocesi risponde all’esigenza di raccogliere e «leggere» la grande quantità di dati sui bisogni e le povertà del territorio che le Caritas hanno acquisito, in forza di una capillare presenza e attenzione che ha dato vita a una fitta rete di risposte attraverso i Centri di Ascolto nonché numerosi e vari servizi di prima accoglienza (mense, dormitori, ambulatori, segretariati sociali ecc.) predisposti da diocesi, parrocchie, volontariato di base.
Adesso, grazie ad un progetto approvato dalla Giunta regionale toscana nell'ambito del programma sulle «reti di solidarietà e povertà estreme», è nato il
MIROD, ovvero la «Messa In Rete degli Osservatori Diocesani» per poter costituire una banca dati unica sia dei bisogni che delle risorse disponibili.
Come risultati di questo percorso del lavoro di osservazione sono disponibili
in questa pagina i rapporti statistici pubblicati finora (che siamo soliti chiamare Dossier sulle povertà) e relativi ai dati delle persone accolte nei Centri d'Ascolto delle Caritas della Toscana.

Gli Osservatori in Toscana: referenti e indirizzi

Il Dossier regionale povertà

Visita il
sito del MIROD (istruzioni di installazione e configurazione del Lotus-Mirod)



*** Materiali scaricabili ***
Scheda di rilevazione dati delle persone accolte nei Centri d'Ascolto (pdf, 282 Kb)
Manuale di installazione del Lotus Notes-Mirod (pdf, 1,2 Mb)
Manuale operativo per l'inserimento dati nel software Lotus Notes-Mirod (pdf, 6,1 Mb)